Filmati gli abbandoni di rifiuti

È lotta all’abbandono dei rifiuti anche nel Comune di Pescantina. Per questo, il contrasto viene intensificato con le fototrappole. Spiega l’assessore all’ecologia Stefania Piazzola: «Con grande rammarico devo constatare che anche nel nostro territorio comunale si verifica, purtroppo, sempre più spesso l’abbandono dei rifiuti. In alcune zone del paese è ormai diventata consuetudine il mancato rispetto del regolamento della raccolta porta a porta, riempiendo i cestini di uso pubblico o abbandonando sacchetti di rifiuti ai piedi dei cestini o delle campane di vetro. Nel tentativo di mantenere decoroso l’ambiente spesso dobbiamo far intervenire i nostri operai per il recupero dei rifiuti, togliendoli da altre attività di pulizia o manutenzioni preziose per il nostro paese». Nella seconda fase si è dato perciò il via ad una serie di controlli più severi. «Con la collaborazione del comandante della Polizia locale Corrado Cordioli», continua Piazzola, «sono iniziati controlli più severi sul territorio che hanno portato all’applicazione delle prime sanzioni. I controlli vengono effettuati sia con l’installazione di foto trappole che verranno potenziate a breve, sia con rilevazioni fatte da agenti in borghese». Precisa il comandante Cordioli: «Di contravvenzioni ne abbiamo elevate parecchie in dieci giorni. Le foto trappole saranno posizionate nei luoghi segnalati, dove più frequente è stato rilevato l’abbandono dei rifiuti. Ogni cittadino che abbandona rifiuti deve sapere che può essere ripreso e sanzionato. Attualmente la sanzione è di 50 euro come pagamento in misura ridotta. Ma si sta valutando di aumentare la cifra in base anche alla recidività e, specialmente alla spesa per il ripristino dello stato dei luoghi. Insomma, se questa misura verrà attuata, otre alla sanzione, a chi abbandona i rifiuti sarà addebitata la spesa di pulizia del luogo». Piccole regole che possono contribuire al benessere generale. Sottolinea l’assessore Piazzola: «L’impegno sarà costante e sempre più puntuale cercando di eliminare questa incivile abitudine all’abbandono del rifiuto e nello stesso tempo per sensibilizzare i cittadini ad una corretta applicazione del regolamento della raccolta porta a porta». I sacchi e i contenitori dei rifiuti devono essere posizionati all’esterno della propria abitazione sul marciapiede o lungo la strada dopo le 21 del giorno precedente la raccolta prevista dal calendario e i bidoni svuotati devono essere ritirati nella propria abitazione il giorno stesso della raccolta. «Spesso si vedono rifiuti depositati in anticipo e lasciati più giorni in attesa del ritiro creando situazioni di evidente degrado del nostro territorio oltre ad essere grande attrattiva per animali randagi. In diverse zone del paese i bidoncini dell’umido rimangono depositati a lungo sui marciapiedi, oltre la giornata di ritiro. Verranno intensificati controlli anche per la regolare applicazione del rispetto del regolamento e nel constatare la persistente inadempienza, i trasgressori saranno soggetti a sanzioni. Segnalazioni di situazioni particolari sull’abbandono di rifiuti possono essere fatte inviando mail all’ufficio ecologia (ecologia@comune.pescantina.vr.it) o alla polizia locale (polizialocale@comune.pescantina.vr.it)», conclude l’assessore.

Lino Cattabianchi (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi