Domeniche con sacchi e ramazze: stavolta ripulito il castello di Montorio

“Buongiorno, mi chiamo Maria. Ho visto quello che fate su Facebook, posso unirmi al vostro gruppo per pulire la mia città?”. Ad ogni weekend aumenta il numero dei volontari che si iscrivono alle associazioni ecologiche, non diminuiscono però il quantitativo di rifiuti buttati fra il verde dei parchi e le rive dell’Adige. Ad ogni pertugio ci sono cartine, sacchetti con le deiezioni animali, mozziconi di sigarette, poi plastica, e rifiuti anche ingombranti come reti metalliche, materassi, o i resti di un pic-nic.

Cittadinanza attiva Vr ha ripulito ieri mattina il parco del Castello di Montorio con la partecipazione di una ventina di volontari. L’uscita è stata anche l’occasione per conoscere la biodiversità del territorio circostante grazie all’intervento Wwf Verona, che alla giornata di pulizia ha contribuito con una lezione didattica.

I membri di Cittadinanza Attiva VR e tre volontarie dell’Associazione Angeli del Bello di Verona, si sono divisi in tre sottogruppi per setacciare tutto il perimetro del castello. Oltre ai sentieri, i volontari hanno ripulito una discarica nascosta nei pressi del parcheggio, raccogliendo un totale di 45 sacchi di immondizia e molti rifiuti sfusi, fra cui strutture in metallo, taniche, tante bottiglie di vetro, plastica, tubi, vasi, lattine (alcune vecchie di qualche decennio, a giudicare dalle etichette), scarpe e ciabatte, indumenti, mozziconi di sigaretta,e pure qualche prezioso: un orologio e una collana.

Nei pressi del castello è presente una seconda discarica di rifiuti, già inserita nell’elenco dei prossimi interventi. Anche Quinzano è stata oggetto di pulizia, come pure l’area della Spianà dove sono state trovate lastre di eternit e riempito 45 contenitori, a Porta Vescovo, poi la provincia, che si scopre essere luogo di grandi abbandoni soprattutto in aperta campagna. Ora tocca ad Amia girare per i quartieri e recuperare i rifiuti chiusi nei sacchi, ma le organizzazioni sono già pronte per l’intervento del prossimo weekend.

Anna Perlini (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi

News correlate