Boom di adesioni per la domenica di pulizia a Negrar e Mazzano

Boom di adesioni alla giornata di raccolta rifiuti nel progno di Negrar e a Mazzano organizzata domenica 18 aprile, in contemporanea con altri paesi e luoghi d’Italia, dal gruppo Plastic Free Valpolicella in collaborazione con il Comune di Negrar di Valpolicella.

La proposta di fare qualcosa di concreto per l’ambiente è stata accolta di buon grado da tanti residenti nella vallata e così il gruppo locale dell’organizzazione di volontariato Plastic Free ha messo a punto una precisa strategia anti assembramenti che permetta la svolgersi della giornata in sicurezza.

«Con oltre 150 appuntamenti in contemporanea in tutto il Paese – spiega la referente del gruppo Valpolicella di Plastic Free, Edyta Wytrykowska in Rampazzo, – abbiamo l’obiettivo di rimuovere dall’ambiente oltre 100mila chili di plastica e rifiuti in un solo giorno».

Negrar, in tutto questo, è decisa a fare la sua parte. La prima tappa, domenica mattina, sarà località Saline a Mazzano: qui i volontari dovranno bonificare un terreno sconnesso e ripido, preso di mira dai furbetti dei rifiuti che l’hanno purtroppo reso una discarica. L’intervento non sarà adatto ai bambini, ma agli adulti più agili e allenati.

La seconda tappa sarà nel progno di Negrar, consigliata anche ai bimbi e ai loro accompagnatori, ma con regole ben precise in merito ad accessi e ritrovi. Vanno rispettate sempre e ovunque le regole anti Covid e, fa sapere Plastic Free Valpolicella, i partecipanti devono munirsi di guanti, pinze per la raccolta, scarpe adatte, sacchetti oltre a borracce d’acqua, mascherine e gel disinfettante per le mani. «Uniamo le forze per una giusta causa» conclude Wytrykowska. Per conto del suo gruppo ha appena firmato un protocollo d’intesa con il Comune di Negrar di Valpolicella, volto a semplificare i passaggi burocratici tra le parti e permettere a Plastic Free di essere agile nell’organizzazione delle attività.

Camilla Madinelli (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi

News correlate