Comune e Plastic Free. Patto per fare pulizia

Conto alla rovescia per partecipare, il 18 aprile, al Plasticfree. Caprino, con la firma posta ieri in municipio, del Protocollo d’intesa tra l’amministrazione e la Plastic Free, organizzazione di volontariato onlus, sale, dopo Verona, sul podio dei primi Comuni che collaborano con questa realtà. Plastic Free è nata il 29 luglio 2019 «per sensibilizzare, a 360°, sulla pericolosità della plastica che inquina e uccide», premette la referente provinciale e locale Giovanna Leardini. È stata lei a organizzare l’iniziativa, patrocinata dal Comune, supportata dalla Serit (azienda di gestione dei rifiuti) – che fornirà guanti, sacchetti e pinze -, dal gruppo alpini di Caprino, da tanti volontari: «L’evento è aperto a tutti», dice, «previa iscrizione gratuita sul sito Plastic Free per il tracciamento Covid e per essere assicurati. Domenica siamo in zona arancione ma si partirà lo stesso, rispettando le regole anti Covid: distanziamento e obbligo di mascherina». Il ritrovo è alle 14.30, in via Scrimei, all’incrocio con la strada che porta a Deltaland: «Zona purtroppo flagellata dall’abbandono inconsulto d’immondizia», rileva il sindaco Paola Arduini, che ci sarà. «Consegneremo, oltre alla maglietta con la scritta Plastic Free, guanti e sacchi per raccogliere plastiche, lattine, vetro, mozziconi e pacchetti di sigarette, sacchetti interi di rifiuti», precisa Leardini, «testimonianze del comportamento deplorevole di chi non capisce il danno ecologico che tali gesti provocano all’ambiente ripercuotendosi su noi tutti». «Un fenomeno che purtroppo si sta aggravando, nonostante il territorio sia ben servito nella raccolta e la nostra isola ecologica funzioni bene», prosegue Arduini che chiude: «Aderiamo al Plastic Free perché riteniamo fondamentali la tutela del territorio e il rispetto dell’ambiente contro l’inquinamento: valori evidentemente non sentiti da tutti. Per fortuna ci sono le persone sensibili che mettono a disposizione il proprio tempo. Un territorio pulito e decoroso è un bene prezioso e il miglior biglietto da visita per un paese che punta su un turismo lento, nel verde. Ringrazio la referente e i volontari». Annuncia Leardini: «Plastic Free si impegnerà anche in altre iniziative, come Plastic Free Scuola, Walk e Diving, in arrivo sul lago di Garda. Appena liberi dall’emergenza Covid daremo maggior contributo al nostro meraviglioso territorio».

B.B. (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi

News correlate