Abbandona i rifiuti. Lo pizzicano e viene multato

Beccato con le mani nel sacco, si direbbe, anche se questa volta è un sacchetto che non doveva proprio stare nel luogo in cui è stato lasciato. Un cittadino veronese, proprietario di un’abitazione a Roverè utilizzata come a seconda casa, ha pensato di liberarsi dei rifiuti domestici lasciandoli in località Pissarota, nei pressi del ponte sul vajo, mentre tornava a casa dopo aver trascorso un fine settimana in paese. Dallo scorso marzo è avviata la raccolta porta a porta dei rifiuti ed è naturale che chi non risiede stabilmente abbia qualche difficoltà con il calendario dei conferimenti delle frazioni umida, secca, carta e plastica distribuite su giorni diversi della settimana. Così ha pensato, essendo a conoscenza che i cassonetti non ci sono più in paese dopo l’avvio della raccolta porta a porta, di abbandonare i rifiuti domestici sulla provinciale, mentre era di ritorno verso la sua prima abitazione. Un’indagine condotta dalla polizia locale, coordinata con la stazione dei carabinieri di San Vitale, ha permesso di risalire in pochi giorni all’autore del gesto, chiamandolo in municipio per dare spiegazioni e ricevere il verbale di infrazione. «Ha ammesso subito la sua responsabilità», riferisce l’agente di polizia locale Michele Melotti, «anche perché gli indizi raccolti erano tanti e talmente precisi che gli sarebbe stato ben difficile negare». Il sacchetto conteneva rifiuti domestici, fra l’altro neppure differenziati e il primo abbozzo di scusa è stato dare la colpa ai suoi bambini. Inverosimile, vista la distanza del sacchetto dall’abitazione, ma anche fosse vero, non scagiona certo un genitore dalle proprie responsabilità, quantomeno educative. Il verbale prevede una sanzione fra i 300 e i 3mila euro, importo che forse farà riflettere meglio sull’opportunità la prossima volta di tenersi in auto i rifiuti, riportandoseli a casa, se proprio non bastassero altre motivazioni di natura ambientale ed ecologica. «Con l’avvicinarsi della stagione estiva intensificheremo i controlli di polizia locale e carabinieri per evitare il ripetersi di simili comportamenti», anticipa Melotti. La sindaca Alessandra Ravelli, complimentandosi con le forze dell’ordine per il risultato, invita la popolazione al rispetto delle nuove regole per la separazione dei rifiuti e del calendario per i conferimenti: «Inoltre gli uffici comunali sono a disposizione per venire incontro ad esigenze particolari e risolvere determinate criticità che venissero segnalate. Abbandonare i rifiuti dove capita, non è certo la soluzione».

(L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi