Inaugurata l’«ecoisola». Sostituisce il porta a porta

Ha aperto i battenti nei giorni scorsi il nuovo punto raccolta rifiuti di Pacengo, realizzato dal Comune di Lazise per risolvere la situazione di disordine e di conferimenti sbagliati di spazzatura che soprattutto d’estate creavano un brutto biglietto da visita per piazzale Marengo. La nuova «ecoisola» sostituirà ora la raccolta porta a porta per una sessantina di utenze domestiche e commerciali affacciate su via Marengo e sull’omonimo piazzale, ma anche su piazza Senatore Alberti e su un tratto di via Peschiera, denominazione locale della strada Gardesana. La tessera magnetica che permette di accedere all’ecoisola e di conferire i rifiuti è già stata recapitata alla maggioranza delle utenze (chi non l’avesse ricevuta può rivolgersi all’Ufficio ecologia del Comune). Essendo ogni badge associato alla singola utenza, il livello di informatizzazione del punto raccolta consentirà di raccogliere i primi dati sperimentali sui conferimenti in vista di una futura tariffazione basata sulla quantità di rifiuti prodotti e differenziati (il nuovo sistema di tariffazione dovrà però essere applicato dal Consiglio di bacino Verona Nord, l’ente che organizza e controlla il servizio di gestione dei rifiuti urbani per 58 Comuni della provincia). L’ecoisola di Pacengo si trova in un angolo di piazzale Marengo ed è recintata. I cassonetti sono in un’unica struttura chiusa e dotata di cinque sportelli (due per carta e cartone, uno per la plastica, uno per l’organico e uno per il secco residuo) che si aprono attivando un sensore. Quando il cassonetto arriva al limite della capienza parte in automatico una segnalazione alla ditta che fa il servizio di raccolta. Dei sistemi di sanificazione abbattono inoltre gli odori e la presenza di insetti. L’opera è costata in totale 85mila euro: i lavori hanno compreso il rifacimento della pavimentazione, la realizzazione dell’impianto per lo smaltimento delle acque di prima pioggia con scarico nella rete fognaria, l’illuminazione e il sistema di videosorveglianza. Presenti all’inaugurazione il sindaco Luca Sebastiano, il vicesindaco Filippo Costa, l’assessore Fulvio Ziviello, la consigliera con delega all’Ecologia Anna Rossi, il comandante della polizia locale e responsabile dell’Ufficio ecologia Massimiliano Gianfriddo e il direttore del Consiglio di bacino Verona Nord Thomas Pandian.

K.F. – (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi