Torri, il sindaco fruga tra i rifiuti abbandonati e individua un centinaio di «furbetti»

I «furbetti» dei rifiuti colpiscono ancora e il sindaco di Torri Stefano Nicotra annuncia un centinaio di multe in arrivo ai trasgressori. Nei giorni scorsi ad Albisano, in diversi punti della frazione, dalla zona del cimitero a quella del parcheggio pubblico all’ingresso del paese, sul lato che porta a Garda, e in località Préa Scrita, gli addetti alla raccolta rifiuti hanno trovato cassonetti stracolmi con diversi sacchetti della spazzatura gettati fuori dei contenitori.

Appena appresa la notizia il primo cittadino torresano, assieme agli addetti, si è recato sul posto per frugare tra la spazzatura assieme ai collaboratori alla ricerca di indizi per risalire agli autori dell’«irregolarità». «Abbiamo indossato la tuta, ci siamo infilati i guanti e abbiamo iniziato a cercare tra i rifiuti. Abbiamo trovato di tutto: scontrini fiscali, lettere intestate, cartoni con intestazioni del destinatario, e tanti altri elementi che ci hanno consentito di individuare i responsabili», rivela Nicotra. «Abbiamo trovato riferimenti a imprese del territorio di vari settori, a partire da quello edile, alberghi, negozi e altre attività, ma anche privati cittadini, spesso provenienti da paesi limitrofi», afferma, rammaricato, l’amministratore torresano.

Secondo quanto appreso dal sindaco più di qualcuno in transito per Albisano (ma non solo), ma residente in altri Comuni, ha la brutta abitudine di accostare l’auto, scaricare i sacchetti di rifiuti, e poi ripartire. Inoltre, ciò che disturba il sindaco è anche il fatto che a fianco dei cumuli di immondizia si è scoperto che le isole interrate erano rimaste semi vuote. «Ci troviamo nella situazione assurda di avere i cassonetti in superficie stracolmi – ma con il servizio di ritiro che funziona regolarmente – con montagne di rifiuti anche all’esterno, e quelli interrati, utilizzabili solo con la chiavetta fornita ai residenti, quasi vuoti». Il primo cittadino ha annunciato che saranno almeno un centinaio le contravvenzioni che, attraverso gli agenti della polizia locale, verranno comminate ai responsabili del conferimento irregolare dei rifiuti. Le sanzioni saranno di oltre cento euro per ogni violazione.

«Abbiamo individuato almeno il quaranta per cento di coloro che hanno abbandonato irregolarmente sacchetti e altro materiale. Ma i controlli proseguiranno per individuare anche gli altri». Le verifiche della polizia municipale proseguiranno anche attraverso l’utilizzo di telecamere mobili in grado di individuare con precisione gli autori delle irregolarità. «Inseriremo ulteriori telecamere fisse per aumentare la sicurezza e il controllo dei conferimenti e degli eventuali abusi», aggiunge Nicotra.. Episodi simili a quelli avvenuti nei giorni scorsi ad Albisano (ma con casi anche a Pai e non solo), si erano registrati anche lo scorso settembre, con imprese che avevano smaltito rifiuti in maniera irregolare nell’isola ecologica vicino al castello di Torri, lasciando materiali di scarto fuori dai contenitori della spazzatura, senza verificare se questi ultimi fossero vuoti o pieni. Anche in quel caso i vigili erano riusciti a risalire agli autori dopo aver visionato i filmati delle telecamere collocate in quell’area, confermate da alcune prove inconfutabili ritrovate nei cestini situati della zona. Nello stesso periodo era stata «pizzicata» anche una quarantina di attività ricettive e commerciali, che aveva portato ad altrettante sanzioni.

Emanuele Zanini (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi

News correlate