A Torri il cassonetto intelligente per la differenziata, primo in Italia

In anteprima nazionale a Torri è arrivato un cassonetto «speciale», un grande contenitore dove i cittadini e i turisti possono introdurre rifiuti di uso domestico che spesso non si sa come smaltire. «Punto limpido» – è il nome di questo sistema di raccolta differenziata, tra l’altro già sperimentato con successo in Spagna dal 2017, – è dotato di varie bocchette per consentire di separare le varie tipologie di materiali da smaltire. Si va dai vestiti e dalle scarpe, ai libri e riviste, passando per i piccoli elettrodomestici (come cellulari, mouse, asciugacapelli, ferri da stiro), ai toner delle stampanti, all’olio esausto , a compact disc, batterie, cellulari, capsule di caffè, bombolette spray, videocassette e tappi di plastica, lampade a basso consumo energetico e lampadine e perfino radiografie.

Per fare correttamente la raccolta viene usata una sacca di aspirazione formata da una speciale rete di propilene. Così attraverso un unico grande contenitore si possono conferire e differenziare correttamente un gran numero di oggetti e materiali che si usano quotidianamente. Lungo il cassonetto ogni bocchetta, attraverso appositi simboli, indica con chiarezza quali materiali si possono conferire, mentre i contenitori interni sono realizzati in plastica da 80 litri, dotati di ruote, coperchio e maniglia.

La presentazione del progetto pilota è avvenuta ieri in piazzale Igino Bonetti, a fianco del polo scolastico di via Mazzini, alla presenza del sindaco di Torri Stefano Nicotra e dei vertici di Serit, l’azienda specializzata nel servizio di raccolta differenziata di 58 Comuni veronesi, che ha coordinato il progetto, rappresentata dal direttore Gianluigi Bonfanti e dal consigliere di amministrazione Paolo Formaggioni. «I vantaggi di questo innovativo sistema di raccolta differenziata, che lanciamo per primi in Italia, sono molteplici: per l’ambiente ma anche per l’utente che non dovrà più recarsi nei punti periferici del proprio Comune per smaltire alcune tipologie di rifiuti», spiega Bonfanti. «È un sistema comodo che consente alle persone di smaltire più facilmente e velocemente vari oggetti senza dover andare all’isola ecologica». Il servizio, attivo già da qualche giorno con il primo cassonetto speciale, ha già visto l’interesse dei cittadini. «Con nostra grande soddisfazione», commenta Nicotra, «è stato scelto come Comune capofila proprio Torri, rendendo così onore all’attenzione ambientale che da sempre riserviamo al nostro territorio».

«Punto limpido» è stato posizionato ai piedi del polo scolastico. «Offrendo altri due vantaggi», precisa il sindaco. «Il primo è che può essere usato dai turisti che parcheggiano nel piazzale Bonetti, il secondo è che i genitori che portano i figli a scuola possono usufruirne. Oltretutto è un bell’esempio di educazione ambientale per i ragazzi». Formaggioni, infine, ricorda: «Questo cassonetto speciale è particolarmente adatto ai Comuni che si affacciano sul lago dove la presenza turistica nei periodi estivi incide molto sul quantitativo di rifiuti raccolti. Ma anche per gli altri 57 Comuni serviti da Serit potrà essere molto utile». Se il progetto funzionerà, infatti, l’obiettivo di Serit è estendere il progetto anche agli altri paesi serviti.

Emanuele Zanini – (L’Arena)

Link all’articolo

Rispondi

News correlate